TI HO AMATO DI AMORE ETERNO

Carissimi,

il mese di giugno è ricco di Solennità e Feste liturgiche magnifiche! In esse è celebrato l’Amore Eterno con cui Dio ci ama, al quale forse pensiamo tanto poco, troppo poco. La drammaticità di questo tempo difficile e oscuro ci fa prendere atto della nostra impotenza: ci sentiamo scoraggiati, scontenti e tocchiamo da vicino il senso insipido della nostra vita. Certamente ognuno di noi porta con sé la sua sofferenza personale, quella di persone care, della nostra famiglia, della nostra comunità, ma singolarmente, ognuno di noi porta impresso nel cuore e nella vita la presenza di Dio che ci ripete:

“Ti ho amato di amore eterno” (Ger 31,3).
Da pochi giorni abbiamo celebrato la Solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù e la Memoria liturgica del Cuore immacolato della beata Vergine Maria, cuore benedetto, umile e santo. Maria, fu preservata dalla colpa originale per diventare il tabernacolo del Figlio di Dio incarnato. Il suo cuore, come una conca piena di acqua, sovrabbondante di acque salutari, si riversa sull’umanità arida e assetata. E’ lei che presenta Gesù al mondo come Redentore e Salvatore di tutti. Non priviamoci mai, nella nostra vita, della sua grazia, della sua luce, della sua forza. Maria ci tiene per mano, ci allontana dal pericolo di cadere, di inciampare, di smarrirci. Nel suo sofferto itinerario di fede, Maria ci mostra come si cerca Gesù e si custodisce nel cuore ogni suo gesto e parola. La Vergine Madre ci invita alla scuola di Gesù e ci insegna a servirlo nei fratelli con prontezza e generosità, portando la nostra croce e restando all’ultimo posto. La Vergine ci esorta ad avere il cuore lassù, promette di starci vicina e di pregare per noi, finché tutti saremo con lei nella Gerusalemme del cielo.

L’Orazione Colletta e il Prefazio della Celebrazione del Cuore immacolato della beata Vergine Maria, sono un autentico gioiello e ci fanno pregare così:

O Signore, Dio nostro, che nel cuore immacolato di Maria
hai posto la dimora del Verbo
e il tempio dello Spirito Santo,
donaci un cuore puro e docile,
perché sulla via dei tuoi comandamenti
impariamo ad amarti sopra ogni cosa,
sempre attenti alle necessità dei fratelli.
(Colletta, Cuore immacolato della beata Vergine Maria).

Tu hai dato alla beata Vergine Maria un cuore sapiente e docile,
pronto ad ogni cenno del tuo volere;
un cuore nuovo e mite,
in cui hai scolpito la legge della nuova alleanza;
un cuore forte e vigilante,
che ha sostenuto intrepido la spada del dolore
e ha atteso con fede l’alba della risurrezione.
(Prefazio, Cuore immacolato della beata Vergine Maria)

Tutto è grazia! Vi saluto con affetto e vi porto nel cuore della mia preghiera.
suor M. Giuliana Casiraghi, pddm

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*